Questo sito utilizza Cookie per migliorare servizi e informazioni. Continuando la navigazione o cliccando OK si accetta l'utilizzo. Informativa Cookie | OK
Logo OrtopediaAzzurra
menu mobile
vai al carrello
Le patologie della spalla   

La spalla, essendo una struttura anatomica molto robusta, ma comunque sempre soggetta ad ampi movimenti e sollecitazioni, va incontro ad un ampio gruppo di patologie, alcune di interesse medico ed altre chirurgico.
Le patologie più comuni possono riguardare la borsa articolare, le cosiddette borsiti, i muscoli, i tendini, le cartilagini, nervi e le ossa. Si tratta per lo più di patologie infiammatorie, traumatiche e cronico-degenerative. Vediamole più nel dettaglio:

Borsiti: si tratta di patologie acute che coinvolgono le borse sinoviali, le “sacchette” presenti all'interno della capsula articolare, che si manifestano un con cospicuo versamento intrarticolare. Si dividono generalmente in borsiti infiammatorie ed emorragiche. Le prime sono causate da esercizio fisico intenso, artriti di origine infettiva o infiammatorio-degenerativa; quelle emorragiche possono essere conseguenti a traumi, a cadute, incidenti stradali, o a deficit dei fattori della coagulazione (ematomi spontanei). I sintomi comprendono dolore intenso e impedimento ai movimenti, bruciore, tumefazione in prossimità dell'articolazione, e rossore cutaneo più o meno manifesto.

Traumi: i traumi alla spalla possono essere considerati causa a sé stante e di altre patologie infiammatorie. Tipicamente interessano gli sportivi, amatoriali o agonisti, come i tennisti, ma anche i giocatori di atletica, nel lancio del disco e del peso, ma anche incidenti stradali, cadute, lussazioni; si possono avere fratture, composte o scomposte della componente ossea, con dolore, impedimento funzionale, gonfiore e rossore.

Artriti: sono patologie a carico della cartilagine articolare, che possono riguardare anche la struttura ossea sottostante. Hanno numerose cause, tra cui l'artrite ad eziologia Reumatoide ed in genere, autoimmuni (Lupus Eritematoso Sistemico), l'artrite settica ad origine batterica o fungina, l'artrite virale, artrite da esercizio, da “impingement syndrome”, da microtraumi e da depositi da microcristalli (gotta). Consiste in un'infiammazione della struttura articolare, con possibile versamento e dolore, non solo durante i movimenti ma anche a riposo. Nel caso di artriti settiche, si manifesta rossore e tumefazione articolare.

Artrosi: patologia cronico-degenerativa a carico della cartilagine articolare. Si forma generalmente a partire dalla quarta-quinta decade di vita, a seguito di continue micro-sollecitazioni (strumenti di lavoro vibranti, usura articolare da carico, esposizioni professionali) o di traumi non perfettamente riparati. Il dolore appare a seguito dello sforzo fisico, e tende a regredire con il riposo. Tipicamente, una sede preferenziale è il ginocchio, ma anche la spalla può esserne colpita, come qualsiasi altra articolazione. Tipici segni radiologici dell'artrosi sono: assottigliamento della rima articolare, osteofiti, geodi (degenerazioni cistiche dell'osso), e deformazione della testa dell'omero determinata dall'osteofitosi.

Miopatie e Tendinopatie: principalmente parliamo di infiammazioni muscolari, e/o tendiniti, determinate da stiramenti, strappi muscolari, e, molto più raramente da patologie cronicodegenerative a carico del muscolo (miopatie, distrofie muscolari). I sintomi principalmente riferiti sono dolore, molto spiccato nel caso di stiramenti, strappi e tendiniti, ma soprattutto astenia, debolezza muscolare, perdita del trofismo, perdita della forza e della resistenza all'esercizio nei casi di miopatie su base autoimmune o genetica.

Nervi: quando parliamo di patologia neurologica in una struttura articolare, parliamo nella grande maggioranza dei casi, da compressione delle branche nervose del plesso cervicale (cervicalgie) e del plesso brachiale. La compressione può esser dovuta a traumi, a sindromi da incarceramento, ascessi, o a masse benigne o maligne. La sintomatologia in questi casi è molto variabile, in quanto possono manifestarsi dolore, ma anche parestesie e/o anestesie del distretto anatomico coinvolto.

Tumori: Non dimentichiamoci che l'intera struttura anatomico-funzionale della spalla, in casi rari, può essere interessata anche da processi neoplastici, benigni come nel caso di lipomi, miomi, osteomi, condromi, o francamente maligni, come i sarcomi e gli osteosarcomi, questi in misura nettamente inferiore come epidemiologia.

La patologia della spalla, per la molteplicità dei tessuti coinvolti, necessita di un'attenta valutazione polispecialistica, nonché di accurate indagini di tipo radiologico, prima fra tutte la radiografia dell'articolazione gleno-omerale, specifica per le strutture ossee, nonché come valutazione di primo livello, e successivamente la Tomografia Computerizzata (TC), di secondo livello, la Risonanza Magnetica, ideale per la visione e la diagnostica della componenete cartilaginea, tendinea e dei tessuti molli. Anche l'Ecografia trova un felice impiego nelle strutture articolari, ed è necessaria per visualizzare eventuali versamenti intrarticolari, soprattutto nell'ambito della diagnostica pediatrica.


In caso di patologia o di affezione alla Spalla, rivolgetevi con fiducia al vostro Medico Curante e allo Specialista, che sapranno guidarvi alla soluzione e alla risoluzione del problema. I nostri Collaboratori, su indicazione del Curante, sono sempre a Vostra disposizione per consigliarVi al meglio prodotti di altissima qualità. Potrete visualizzare l'offerta dei Nostri prodotti nella sezione apposita dedicata alla Spalla.





Prodotti associati all'articolo   
  • Coprispalle anatomico Dr. Gibaud
Serve aiuto?   
Personale qualificato con licenza di abilitazione all'esercizio dell'arte ausiliaria delle professioni sanitarie di meccanico ortopedico ed ernista, rilasciato in Italia.
Pagamenti sicuri   
Marchi di accettazione PayPal
Ortopedia Porzio Srl, - P. IVA 00311860308
REA 132475 | REG. IMPRESE 00311860308 | CAP. SOC. 125.264,00 €

edodo